Martedì, 15 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Caos piazza Bellini, gli attivisti: "Quegli arresti sono un abuso"

Oltre 500 giovani hanno marciato per le strade del centro per protestare contro i tre arresti di domenica pomeriggio. Tra la folla, anche l'assessore comunale de Majo: "Il comportamento del forze dell'ordine è stato senza senso"

Non pronuncia la parola abuso, ma l'assessore al Turismo del Comune di Napoli Eleonora de Majo offre un punto di vista netto su quanto accaduto in piazza Bellini domenica sera: "Quei tre arresti non hanno senso, soprattutto in una città che ha ben altri problemi di criminalità". 

L'assessore ha preso parte alla manifestazione organizzata in poche ore dagli attivisti di Insurgencia per protestare contro l'arresto di tre persone in seguito a un controllo di documenti. Con il silenzio del sindaco Luigi de Magistris, spetta alla de Majo esporre la linea di Palazzo San Giacomo: "Credo che i video mostrino tutto quello che c'è da sapere su quanto accaduto. Trovo questo episodio assurdo, frutto della retorica della privazione delle libertà individuali che sta proseguendo anche dopo l'emergenza".

In quelle stesse immagini, però, il prefetto di Napoli Marco Valentini vede la colpevolezza dei tre arrestati: "Ognuno interpreterà i video come vuole - la replica secca della de Majo - a me sembrano che siano pienamente a sostegno della tesi portata avanti da questa piazza". 

Oltre 500 giovani si sono messi in marcia per le strade del centro con l'obiettivo di raggiungere la Questura. Una manifestazione dai toni accesi ma assolutamente pacifica. Tra i manifestanti, anche persone che hanno assistito ai disordini: "Io ero presente - afferma Davide Dioguardi - e non ho visto alcuna violenza da parte dei tre ragazzi arrestati. Sono rimasto esterrefatto quando ho letto di agenti feriti e automobili danneggiate. Ce le mostrino, noi non le abbiamo viste. Quello che invece abbiamo visto è l'atteggiamento poco professionale degli agenti, che hanno trasformato un normale controllo in una guerriglia urbana".

La piazza ha chiesto a gran voce la liberazione dei tre fermati. In serata è giunta la notizia che sono stati messi agli arresti domiciliari, in attesa che mercoledì il giudici si pronunci sulla convalida o meno dell'arresto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Caos piazza Bellini, gli attivisti: "Quegli arresti sono un abuso"

NapoliToday è in caricamento