Cronaca

Assiste il figlio ricoverato al Santobono, tenta il suicidio in ospedale

Il piccolo è ricoverato nel reparto ortopedia. L'uomo, aiutato dalle guardie giurate, è riuscito ad evitare il peggio

Una donna ha tentato il suicidio all'ospedale Santobono di Napoli. È stato il marito a salvarla, riuscendo ad evitare il peggio.
La donna aveva tentato di gettarsi dal terzo piano, dove si trova il reparto di ortopedia, sporgendosi dalla finestra e restando in bilico. Suo marito, aiutato da alcune guardie giurate – subito arrivatte insieme ad infermieri – ha afferrato la donna per un braccio è l'ha tirata su.

Una storia a lieto fine quindi. "Spetterà alle autorità sanitarie e alle forze dell’ordine – spiega il consigliere regionale Francesco Borrelli, cui si deve la diffusione della notizia – accertare quale motivazione sia stata alla base di un gesto così disperato. Nel frattempo voglio complimentarmi con tutti coloro che hanno contribuito a questo straordinario salvataggio".

"La donna – ha precisato il primario del Pronto soccorso Vincenzo Tipo – assisteva il figlio ricoverato presso il reparto di ortopedia per una banale frattura, e nulla lasciava presagire un simile comportamento. Le stesse condizioni del figlio non destano alcuna preoccupazione nel personale che lo ha in cura. Per fortuna il marito, con l’aiuto delle nostre guardie giurate e del personale presente nella stanza in quei tragici momenti, è riuscito ad afferrarla al volo riportandola dentro. Uno splendido esempio di solidarietà umana e di professionalità del nostro personale insieme a tutti i presenti in quella stanza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assiste il figlio ricoverato al Santobono, tenta il suicidio in ospedale

NapoliToday è in caricamento