menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenza in casa: sette anni di inferno finiti con l'arresto del convivente

In manette un 39enne di Palma Campania accusato di maltrattamenti. La compagna e il figlio di sei anni sono dovuti scappare dai vicini

Tutta la loro convivenza era stata scandita da continui atti di violenza. Minacce e offese che non sono cessati nemmeno quando è nato il loro bambino. Il piccolo di sei anni è rimasto anch'egli coinvolto nella sua ultima sfuriata che si è conclusa con l'arrivo dei carabinieri. A finire in manette è stato un 39enne di Palma Campania, arrestato per maltrattamenti in famiglia. L'uomo, con precedenti per vari reati come rapina, truffa, oltraggio a pubblico ufficiale, detenzione d'armi, era sottoposto al regime della sorveglianza speciale.

Da anni sottoponeva la sua compagna a continue vessazioni fino all'ultimo episodio capitato ieri. La donna, insieme al bambino, sono scappati dai vicini pur di riuscire a sfuggire alla furia del 39enne. L'arrivo dei carabinieri è stato fondamentale per riuscire a bloccare l'uomo che stava prendendo a calci la porta d'ingresso dell'abitazione dove si erano rifugiati madre e figlio. Quando ha visto i militari si è scagliato contro uno di loro e ha cominciato a spingerlo. La sua furia si è conclusa con le manette strette ai polsi e, oltre all'accusa di maltrattamenti, anche quella di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento