Maria Luisa, la madre di Arturo: "Formeremo una mammy gang"

La madre del giovane ferito il 18 dicembre da 12 coltellate in via Foria rivela di aver sentito anche la madre di Gaetano, picchiato all'uscita della metropolitana di Chiaiano: "Serve un'azione integrata"

(maria luisa iavarone, frame tratto da Chi l'ha visto)

"Le mamme devono mettersi insieme, schierarsi contro la violenza": è questo il proposito di Maria Luisa Iavarone, la madre di Arturo Puoti, il 17enne ferito da dodici coltellate potenzialmente letali il 18 dicembre in via Foria. "Formeremo una mammy gang se sarà necessario", spiega la donna, che rivela di aver già sentito la madre di Gaetano, il giovane ferito all'esterno della metropolitana di Chiaiano. "Ora dobbiamo convergere verso un'azione integrata".

Arturo è da poco tornato a scuola e le indagini sul suo ferimento procedono spedite: un secondo minorenne è stato iscritto nel registro degli indagati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

Torna su
NapoliToday è in caricamento