La mamma di Arturo sente Cantone: tavolo sulla legalità

Una telefonata con il presidente dell'Anac per far partire un dialogo tra tutte le istituzioni a Napoli

Continua la battaglia in cerca di giustizia della madre di Arturo, il 17enne accoltellato a via Foria. Nel suo tentativo di smuovere le istituzioni e sensibilizzarle sul problema della violenza in città, è riuscita a parlarne anche con Raffaele Cantone. Il presidente dell'Anac ha parlato a telefono con Maria Luisa Iavarone, condividendo con lei le preoccupazioni per la situazione attuale. «Ho sentito ieri il presidente dell'Anac Raffaele Cantone e credo che nelle prossime settimane ci sarà un tavolo di riflessione importante su quella che è la legalità in questa terra. Con il sindaco Luigi de Magistris, con il cardinale Crescenzio Sepe e con il presidente della Regione Vincenzo De Luca stringeremo un patto di solidarietà contro la criminalità a Napoli.

Io sono convinta che tutte queste manifestazioni di solidarietà, anche da parte di personaggi noti come Cantone, siano importanti». Queste le dichiarazioni della donna a Canale 9-7 Gold a cui ha aggiunto. «Io intanto non mollo  Ci metto la faccia perché mio figlio deve frequentare il territorio e vivere la scuola perché la sua battaglia è la mia battaglia. La scorta? Quella migliore è una grande comunicazione spinta e dei riflettori sempre accesi così come sono adesso. Ho costruito uno scudo attorno ad Arturo e ai napoletani per bene».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

  • SKY - Mertens-Napoli, Gattuso sponsor per il rinnovo del belga

Torna su
NapoliToday è in caricamento