Madre Antonietta, via al processo di beatificazione: fondò le Piccole Ancelle di Cristo Re

Sabato concelebrazione Eucaristica presieduta dal Cardinale Crescenzio Sepe, nel corso della quale sarà data lettura del decreto di Venerabilità emanato da Papa Francesco

Madre Antonietta Giugliano

Sabato 15 giugno, alle ore 17,15, presso il Tempio del Volto Santo di Napoli, si terrà una concelebrazione Eucaristica presieduta dal Cardinale Crescenzio Sepe, nel corso della quale sarà data lettura del decreto di Venerabilità emanato da Papa Francesco in favore di madre Antonietta Giugliano, fondatrice delle Piccole Ancelle di Cristo Re.

La storia di madre Antonietta

Dopo un iter durato diversi anni, vengono riconosciute le virtù eroiche di questa suora, da sempre impegnata nel servizio ai poveri. Madre Antonietta, nata a New York, rientra ad Afragola, suo paese d’origine, a sei anni, dopo la morte della madre, che lascia in lei un vuoto incolmabile. Nonostante la giovane età, in lei è innata la sua voglia di mettersi al servizio dei poveri, e quando muore il padre, che le lascia una cospicua eredità, anziché scegliere una vita comoda, decide di dedicarsi ai poveri, e fondamentale è il suo incontro con il padre francescano Sosio del Prete, che gli indica la strada da percorrere, senza andare troppo lontano. Madre Antonietta si ferma accanto a chi ha bisogno di aiuto, ed in molti casi, queste persone non sono in grado di chiederlo.

La nascita delle Piccole Ancelle di Cristo Re

Successivamente, madre Antonietta Giugliano decide di investire parte della sua eredità nell’acquisto di un fabbricato di Afragola, dove nascerà la prima casa di accoglienza per donne anziane, sole ed in stato di bisogno. All’inizio di questo cammino, madre Antonietta si ritrova con due giovani, che in breve diventano dieci, per poi aumentare ancora di più. La chiamata di Dio è forte, ed in tante decidono di seguire l’esempio di madre Antonietta, scegliere una vita di sacrifici a servizio di chi soffre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è un caso che poco tempo dopo, il Cardinale Ascalesi concede loro di diventare suore e dare vita all’ordine delle Piccole Ancelle di Cristo Re. In breve tempo l’ordine apre nuova case a Torre Annunziata, Napoli, Portici e san Giuseppe Vesuviano. Madre Antonietta Giugliano morì giovanissima nel giugno del 1960, consapevole di aver seguito "la volontà del Padre”. A distanza di anni, le Piccole Ancelle di Cristo Re proseguono nel percorso tracciato da Madre Antonietta, nel servizio a favore di quanti soffrono e vivono in condizioni di precarietà, sparse in tutto il mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento