Cronaca Castellammare di stabia

Croci capovolte, una Madonnina distrutta: è allarme satanisti

In molti, a Castellammare di Stabia, ne sono sicuri: la Madonnina della funivia è stata scaraventata nel crepaccio da un gurppo di satanisti. Gli stessi che hanno preso di mira la croce del Molaro

C'è chi attribuisce l'atto sacrilego ad una setta satanica: sulla strada che dai Boschi di Quisisana, a Castellammare di Stabia, conduce al monte Faito, una Madonnina è stata strappata dal suo alloggio in una cappella sacra e scaraventata in un crepaccio.

La statua è stata ritrovata una decina di giorni dopo essere scomparsa. Era lì - nei pressi del secondo pilone della funivia - da qualche anno, per scelta dell'ex parroco del quartiere di Scanzano.

Per gli stabiesi devoti, che spesso pregavano nel passaggio accanto alla figura sacra, si è trattato di un grave atto blasfemo. Non isolato: in cima al monte Faito, in più occasioni, la croce piantata sulla cima del Molaro è stata estratta e capovolta.

L'ultimo episodio simile è avvenuto il 2 novembre, giorno dedicato alla commemorazione dei defunti. Per molti, è opera di satanisti. Gli stessi che hanno distrutto la Madonnina della funivia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Croci capovolte, una Madonnina distrutta: è allarme satanisti

NapoliToday è in caricamento