Cronaca

Strage di Lampedusa: proclamato lutto nazionale

Sono 120 i morti accertati, oltre 200 i migranti dispersi in mare. "Una mattanza che deve finire". L'isola siciliana oggi si ferma ma un minuto di silenzio sarà osservato in tutta Italia e anche in Campania

La tragedia (Foto AgrigentoNotizie)

Proclamato per oggi, 4 ottobre 2013, il lutto nazionale a seguito della "strage di Lampedusa": più di 100 i migranti morti e oltre 200 i dispersi dopo l'affondamento dell'ennesimo barcone a largo delle coste dell'isola siciliana, ritenuta la più grande porta del Mediterraneo per l'accesso all'Europa. Centoquindici i naufraghi tratti in salvo. Si tratta solo dell'ultimo, in ordine di tempo, drammatico naufragio in cui restano vittime decine, centinaia di persone disperate (tra cui anche bambini) che scappano da situazioni drammatiche, al limite di ogni immaginazione.

Lampedusa oggi si ferma, piange queste vite spezzate dall'assurdo fermando ogni attività dopo aver dato vita ad una gara di solidarietà per salvare la gente in mare. E inevitabilmente si riapre il dibattito sulla legge che riguarda l'immigrazione (la cosiddetta 'Bossi-Fini'), oltre che sulla necessità di mandare maggiori forze sull'isola siciliana, una presenza maggiore dello Stato per riuscire a fermare quella che l'ex parroco di Lampedusa ha definito una vera e insopportabile 'mattanza'. Ancora una volta è stata prima di tutto la cittadinanza lampedusana a far fronte al pericolo e a cercare di salvare vite umane, caricando i naufraghi sulle proprie barche in una corsa disperata contro il tempo, tanto che da l'Espresso è partita una petizione per chiedere che all'isola sia assegnato il Nobel per la Pace.

Si ferma Lampedusa e si dovrebbe fermare l'Italia intera.

Un minuto di silenzio, si legge in una nota dell'agenzia TMNews, sarà osservato in tutte le scuole di ogni ordine e grado, comprese, quindi, quelle Campane. Anche altre sedi pubbliche e private private osserveranno il minuto di silenzio. A partire dalle ore 12.00 si uniranno al cordoglio per questa strage, ad esempio, tutti i dipendenti delle sedi Fiat, comprese quelle di Napoli e provincia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Lampedusa: proclamato lutto nazionale

NapoliToday è in caricamento