menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tenta di incassare un assegno smarrito: in manette figlio del Califfo

L'uomo, ritenuto dagli investigatori ai vertici del clan Vollaro, è stato bloccato negli uffici della banca mentre avrebbe cercato di convincere gli impiegati a corrispondergli 643 euro, l'importo indicato sul titolo di credito

Luciano Vollaro, 41 anni, sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di Portici, ritenuto dagli investigatori ai vertici dell'omonimo clan, è stato arrestato dai carabinieri.

Vollaro è uno dei 27 figli del capo storico del clan detto 'il califfo' ed è stato sorpreso dai militari nell'agenzia di un istituto di credito a Ottaviano dove si era recato per incassare un assegno bancario, risultato smarrito il 20 agosto 2010 (era parte di un blocco di 300 assegni che la banca aveva denunciato come 'smarriti').


L’uomo è stato bloccato negli uffici della banca mentre avrebbe cercato di convincere gli impiegati a corrispondergli 643 euro, l'importo indicato sul titolo di credito. Vollaro è stato arrestato per violazione all'obbligo di soggiorno nel comune di Portici e sarà processato con rito direttissimo. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento