menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luca Abete dopo la disavventura (Twitter)

Luca Abete dopo la disavventura (Twitter)

Striscia la Notizia, Luca Abete aggredito all'ospedale San Gennaro

La vicenda è avvenuta mentre l'inviato del tg satirico stava registrando con il suo cameraman un servizio sull'ospedale. Sul web: "Torno a casa. Grazie, il vostro affetto cura ogni dolore"

Momenti di tensione all'ospedale San Gennaro dove l'inviato di Striscia la Notizia, Luca Abete, ha denunciato di essere stato aggredito mentre cercava di realizzare un servizio televisivo.

Abete ha raccontato alla polizia avvenuta sul posto di essere stato aggredito mentre con il suo cameraman stava registrando dei contributi filmati. Già lo scorso 5 aprile, fu protagonista di un'aggressione a San Ruffo in provincia di Salerno.

Poco fa, le rassicurazioni di Abete sul web: "Dopo l'ennesimo servizio finito in ospedale torno a casa. Grazie al personale del Cardarelli per le cure, a quello del S.Gennaro per la solidarietà e soprattutto a tutti voi per i tantissimi messaggi. Il vostro affetto cura ogni dolore".

LA VICENDA - Si legge su Facebook: "All’ospedale San Gennaro insistono i problemi di sempre con ascensori rotti e pazienti costretti ad arrivare ai piani superiori trasportati a braccia da familiari ed operatori, sterilizzatore fuori uso (tanto che i ferri chirurgici per essere sterilizzati, quotidianamente vengono trasportati presso un'altra struttura ospedaliera per poi essere riportati in sede), ai quali si aggiungono nuovi sprechi. Al centro della terza puntata dell’inchiesta vi è una intera ala della struttura in cui su 3 piani insistono altrettanti reparti chiusi. In un clima di tagli la sorpresa nasce nel vedere numerose apparecchiature impacchettate, nuove ed inutilizzate, respiratori ammucchiati, lettini impolverati e decine di armadietti nuovi". Poi il momento clou: "Luca Abete si è recato presso il nosocomio per poter interloquire con il commissario dell’Asl Na1, Maurizio Scoppa. Nell’avvicinarsi l’inviato è stato immediatamente bloccato in malo modo dai responsabili del servizio di sicurezza; aggredito e spintonato più volte, è stato scaraventato a terra battendo la testa. Ancora sanguinante, spinto dai tanti pazienti scesi nell’atrio a dargli man forte nel richiedere delle risposte al generale, l’inviato del tg satirico si è rialzato tentando nuovamente un confronto senza telecamera. Di tutta risposta, Scoppa, indifferente alle domande di Luca Abete ed quanto stesse accadendo, è salito sulla sua “auto blu” dileguandosi. Prontamente medicato presso la struttura del San Gennaro, l’inviato è stato poi trasferito in ambulanza all’ospedale Cardarelli di Napoli, dove è stato riscontrato un trauma cranico con una prognosi di 10 giorni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

  • Cronaca

    Lutto per il Gambrinus, è morta la storica cassiera

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento