rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Lotterie natalizie di quartiere, il grande affare dei clan

Con le riffe festive si finanziano le tredicesime di affiliati alla malavita organizzata. Si tratta di lotterie illegali: auto e telefonini messi in palio in realtà non esistono

Attenzione alle “riffe” natalizie di quartiere: dietro si nascondo spesso i clan della malavita che vogliono “arrotondare” i guadagni.

A dare l’allerta è il quotidiano il Mattino spiegando che sempre più spesso dietro alle lotterie sponsorizzate in modo generico (senza un chiaro ente organizzatore) in molti quartieri della città - da Scampia  al centro storico, da Pianura a San Pietro a Patierno - ci sono le organizzazioni criminali, che, con questo stratagemma, hanno sostituito quasi del tutto la vecchia tassa sulla stella cometa imposta agli esercizi commerciali.

E così acquistando ignari (o consapevoli, quando il “numerino” viene imposto come nuova forma di estorsione) il biglietto della lotteria da 5 euro si finanzia in realtà la “tredicesima” di latitanti, carcerati appartenenti ai clan e affiliati vari.

Ovviamente la vendita dei biglietti è completamente illegale, dato che non viene pagata la dovuta percentuale sui diritti allo Stato, ed altrettanto chiaramente i premi promessi all’estrazione finale non esistono e nessuno avrà la macchina o il telefonino di ultima generazione messi in palio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotterie natalizie di quartiere, il grande affare dei clan

NapoliToday è in caricamento