rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca Monte di procida

Mini lockdown nel napoletano, chiuse tutte le scuole e vietate le attività sportive

"Si raccomanda ai cittadini di evitare ogni tipo di riunione con riferimento alle comunioni, ai pranzi domenicali, ai funerali, segnatamente per quanto riguarda i cortei funebri e i saluti ai familiari del defunto sia fuori dalla Chiesa che al Cimitero comunale", è scritto nell'ordinanza del sindaco di Monte di Procida

Ordinanza del comune di Monte di Procida che impone alla cittadinanza una serie di restrizioni per arginare il contagio da Covid-19.

"Con l'ordinanza sindacale n.39 del 10 ottobre 2020, in via precauzionale, temporaneamente e in attesa del completamento del necessario contact tracing per la definizione dei link epidemiologici in aggiunta alle raccomandazioni e alle misure adottate con l’ordinanza n. 37 del 9 ottobre 2020 con decorrenza immediata e  fino alle ore 24:00 di martedì 12 ottobre  2020, si dispone quanto segue:                                 

1)      è disposta la chiusura di tutte le scuole pubbliche e private, di ogni ordine e grado, per le giornate di lunedì e martedì;

2)      è vietato ai Cittadini Montesi, anche in caso di festeggiamenti di alcun tipo (comunioni), di riunirsi in più di dieci persone anche presso ristoranti, sale o bar: in tali occasioni sarà possibile incontrarsi utilizzando necessariamente la mascherina fatto salvo strettamente il momento del pasto; è fatto obbligo ai proprietari dei bar, dei ristoranti o delle sale assicurare il rispetto delle presenti misure;

3)      è disposta la chiusura delle sale gioco e sale scommesse;

4)      Sono sospese tutte le manifestazioni e gli eventi pubblici;

5)      Sono chiusi tutti i centri anziani e circoli ricreativi sul territorio comunale;

6)      Sono chiuse tutte le palestre e sono sospese tutte le attività sportive, in forma individuale e di squadra, sia di tipo professionale che amatoriale;

7)      Sono chiuse tutte le aree gioco per bambini, il Parco del Benessere, i Giardini di Dedalo.

8)      Sono confermate le disposizioni di cui all’ordinanza 37/2020, fino a nuovo provvedimento, in merito agli accessi al Comune da parte dell’utenza;

Si raccomanda a tutti i cittadini intervenuti agli eventi privati tenutisi nei 14 giorni antecedenti al 9 ottobre, in attesa della definizione dei link epidemiologici da parte dell’ASL Na2 Nord, di porre in essere ogni misura precauzionale al fine del contenimento della diffusione del contagio, quali:

-   evitare attività sociali e sportive,

-   limitarsi ad uscire esclusivamente nei casi di necessità e per specifiche esigenze urgenti ed indifferibili;

-   verificare la positività da COVID-19 attraverso tampone nasofaringeo presso strutture autorizzate.

Si raccomanda a tutti i cittadini di evitare ogni tipo di riunione con particolare riferimento alle comunioni, ai pranzi domenicali, ai funerali, segnatamente per quanto riguarda i cortei funebri e i saluti ai familiari del defunto sia fuori dalla Chiesa che al Cimitero comunale;

Si raccomanda ai Sacerdoti di sensibilizzare i credenti al rispetto delle regole di distanziamento e limitazione della socializzazione;

Inoltre si raccomanda di osservare le disposizioni previste dalle ordinanze regionali  in merito ai rientri dall’estero e alle relative misure di screening e di isolamento.

A tutti i Cittadini di attenersi alle disposizioni nazionali e regionali in materia di prevenzione e di contenimento della diffusione del contagio da COVID-19; 

Si ricorda che il mancato rispetto delle misure di contenimento di cui al presente provvedimento è sanzionato ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 2 del decreto legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, nella Legge 14 luglio 2020 n. 74, e ai sensi del DL 7/10/2020, ai quale integralmente si rinvia".

FOCOLAIO AD UN MATRIMONIO: TAMPONI SU 200 INVITATI

L'Asl Napoli 2 Nord diffida il comune nel realizzare screening su cittadini sospetti

La Asl Napoli 2 Nord ha diffidato il Comune di Monte di Procida dal realizzare screening su cittadini sospetti di contagio da Covid-19 "utilizzando un laboratorio privato non autorizzato per tale attività". La Regione Campania ha autorizzato ad effettuare esami per Covid-19 solo in centri privati con una capacità operativa utile a garantire l'affidabilità di tale esame.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mini lockdown nel napoletano, chiuse tutte le scuole e vietate le attività sportive

NapoliToday è in caricamento