rotate-mobile
Cronaca

Cade in mare dopo litigio con il fidanzato: Amanda ha ripreso conoscenza

A salvarle la vita un buttafuori che si è tuffato in acqua

Sta meglio Amanda, dopo aver rischiato di annegare nelle acque di Nisida. La 22enne ha finalmente ripreso conoscenza, non è più sotto ventilazione assistita ed è stata avvisata dalla madre su quanto le era successo dato che non ricordava nulla. La giovane era su un muretto con il fidanzato quando è caduta prima sulla scogliera, ferendosi alla schiena, per poi cadere in acqua.

L'intervento tempestivo di Damiano, buttafuori del locale in cui aveva trascorso la serata con il fidanzato ed una coppia di amici, ha evitato l'annegamento della 22enne.

Sotto accusa è finito il fidanzato, che l'avrebbe spinta al culmine di un litigio, scoppiato, secondo indiscrezioni, per motivi di gelosia.

"Non voleva farla cadere, stavano litigando come succede a molte coppie di fidanzati. Urlavano tra loro, mio fratello l’ha spinta ma senza alcuna intenzione di farle del male”, sono state le parole di un parente del fidanzato di Amanda, a caldo, dopo l'accaduto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade in mare dopo litigio con il fidanzato: Amanda ha ripreso conoscenza

NapoliToday è in caricamento