Lite tra parenti al Cardarelli: 51enne in manette

Ha minacciato un parente e addosso aveva un coltello a serramanico. Doveva già tornare in carcere

Ieri sera gli agenti dell’Ufficio prevenzione generale hanno arrestato un 51enne napoletano. I poliziotti sono intervenuti, su segnalazione della sala operativa, per una lite all’ospedale Cardarelli, scaturita per futili motivi tra parenti e dove il 51enne uno degli autori, è stato identificato ed è stato trovato in possesso di  un coltello a serramanico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 51enne è stato accompagnato  presso gli uffici di polizia e mentre si procedeva a deferirlo in stato di libertà per possesso di arma da taglio e gravi minacce nei confronti di un parente, è emerso nei suoi confronti  un provvedimento di revoca di sospensione. Il 51enne è stato arrestato ed accompagnato presso il carcere di Poggioreale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento