Presunto pedofilo barricato in casa: i vicini volevano linciarlo

L'episodio è avvenuto nella serata di mercoledì a Ponticelli. Alla fine è stato "salvato" dai carabinieri e portato in caserma

Ha dovuto barricarsi in casa per evitare un vero e proprio linciaggio. L'episodio è avvenuto nella serata di ieri a Ponticelli, poco dopo le 20. L'uomo, sul quale volevano accanirsi alcune persone, ha aspettato l'arrivo dei carabinieri che l'hanno tratto in salvo e condotto in caserma.

Secondo quanto riportato dal Mattino, era stato denunciato per violenza sessuale da sua nipote. Una vicenda che aveva fatto il giro del rione, scatenando la rabbia dei residenti che volevano farsi giustizia da soli.

Insulti, urla, minacce di un pestaggio che non è mai arrivato. Poi l'arrivo delle forze dell'ordine che hanno riportato la situazione alla calma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

Torna su
NapoliToday è in caricamento