menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendi sul Vesuvio, Legambiente Campania: "In un mese bruciati 2500 ettari in regione"

Lo studio "Dossier Incendi" certifica un dato preoccupante: da metà giugno a oggi in Campania la superficie bruciata è pari a quella dell'intero 2016. Il direttore Gallozzi: "Affronto al patrimonio naturale"

Da metà giugno a oggi, in Campania, sono andati in fumo 2461 ettari di superfici boschive. In un solo mese è stata quasi raggiunta la quota di superficie bruciata nell'intero 2016. Lo certifica lo studio "Dossier Incendi" di Legambiente, pubblicato sulla base dei dati raccolti dalla Commissione Europea. "La gestione dell'emergenza incendi è farraginosa. La Campania non ha approvato il Piano AIB (piano anticendio boschivo) del 2017", spiega Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania. "Per sconfiggere gli incendi serve impegno effettivo da parte di tutti i diversi soggetti che hanno un ruolo a livello nazionale e territoriale nell'antincendio boschivo". 
Non è solo un problema organizzativo, per Legambiente: gli interessi economici di associazioni criminali hanno un ruolo cruciale, come nel caso degli incendi sul Vesuvio. Spiega il direttore di Legambiente Campania, Antonio Gallozzi: "Si tratta di un pesantissimo e gravissimo affronto al patrimonio di natura e biodiversità della nostra regione e in particolre del Parco Nazionale del Vesuvio. Un vero rifiuto della legalità". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione giovedì 21 gennaio 2021

social

Lotto, estrazione martedì 19 gennaio 2021

Attualità

Gomorra 5, la stagione conclusiva è alle porte: anticipazioni puntate

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, Cardinale Sepe ricoverato al Cotugno

  • Economia

    Week end di zona gialla a Napoli: cosa è aperto e cosa no

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento