menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Differenziata a Napoli, arriva la bocciatura di Legambiente

A scattare l'istantanea è il rapporto 'Comuni ricicloni 2011'. Il dossier: "Il capoluogo partenopeo si trova alle prese con l'emergenza e resta in attesa dell'estensione del porta a porta messa in campo dalla nuova giunta"

Esame non superato. Napoli è irrimediabilmente bocciata in raccolta differenziata così come Roma e gran parte delle metropoli. A brillare, però, c'è Salerno.

A scattare l'istantanea della raccolta differenziata in Italia ci pensa il rapporto 'Comuni ricicloni 2011' di Legambiente, presentato nella Capitale. Il capoluogo partenopeo - spiega il dossier - si trova alle prese con l'emergenza e resta in attesa dell'estensione del porta a porta messa in campo dalla nuova giunta.


Salerno invece si conferma un comune 'riciclonè avendo ormai collaudato "a fondo il sistema di raccolta porta a porta su 140.000 abitanti" riuscendo a toccare vette del 70% di differenziata che corrispondono a un taglio di 115 chilogrammi di CO2 pro-capite grazie ai rifiuti a cui è stata evitata la discarica. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento