Cronaca

"Bombe cancerogene i metalli trovati nei pomodori da Le Iene"

Il Professor Giordano, direttore dello Sbarro Institute in America: "Sono sostanze pericolose che possono attivare processi cancerogeni. Andiamo a stanare chi occupa posti che non dovrebbe e viene anche lautamente stipendiato"

Pomodori

Il professore Antonio Giordano, direttore dello “Sbarro Institute for Cancer Research” della Temple University di Philadelphia e coautore del libro "Campania terra di veleni", torna a parlare della Terra dei Fuochi e, in particolare, in riferimento al servizio de 'Le Iene', andato in onda lo scorso 15 ottobre in cui l'inviata Nadia Toffa rivela i risultati delle analisi relative a pomodori raccolti in un campo adiacente ad una discarica di Giugliano.

I dati mostrati sono a dir poco sconfortanti: nei pomodori analizzati è stato riscontrato un altissimo tasso di metalli pesanti, molto pericolosi per la salute (cadmio, piombo e manganese).

Giordano, che in più di un'occasione ha lanciato l'allarme sui rischi della 'Terra dei Fuochi e dei Veleni' ne conferma la pericolosità in un'intervista rilasciata a Paralleloquarantuno.it.

Quelle sostanze ritrovate nei pomodori “sono bombe cancerogene”, dice l'oncologo napoletano, che spiega: “Possono attivare un processo cancerogeno”. I nemici, "gli assassini", spiega ancora Giordano rispondendo alla domanda della giornalista di aiutarci a fare chiarezza sui famosi "stili di vita", sono tre: "gli stili di vita, il fumo di sigarette e le sostanze tossiche. Dobbiamo agire su questi tre fronti, colpirli tutti e tre. Attualmente sono tre assassini in libertà, liberi di agire”.

Il medico non le manda a dire e punta il dito su chi doveva difendere i cittadini da anni e si chiede cosa abbiano per la "Terra dei Fuochi e dei Veleni" (questa, per Giordano la denominazione più esatta per descrivere il territorio inquinato da più fattori) e come abbiano studiato il fenomeno "epidemiologi, componenti della commissione sanità, della commissione sicurezza, i tanti tecnici pagati lautamente – alcuni anche raccomandati – che occupano posti vitali nei gangli della sanità pubblica".

Azione concrete e investimenti: anche i soldi si possono trovare, nonostante la crisi, dichiara Giordano. "Andiamo a stanare chi occupa posti che non dovrebbe e viene anche lautamente stipendiato, tagliamo i rami secchi" dice l'oncologo, così da destinare finanziamenti a questa terra. E soprattutto ci vogliono azioni concrete, un biomonitoraggio della popolazione e lo stop alle fonti contaminazioni.

Sull'intervista rilasciata dal professore Giordano a Parallelo, interviene anche Don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano noto per essere in prima linea in questa battaglia ambientale: "Leggetela. Condividetela. Fotocopiatela. Portatela a scuola con voi. Fatela leggere ai vostri medici - scrive Don Maurizio -. Portatene una copia nei vostri comuni di residenza. Fatene dono ai vostri sindaci e assessori. Mandatela in Regione. Fare sana informazione significa anche questo. Occorre debellare la menzogna. I meschini interessi di cui parla il Professor Giordano. Qui si tratta della vita nostra e dei nostri figli. Non possiamo permetterci il lusso di dire fesserie. Io sono un prete non uno scienziato. Ma se è uno scienziato della portata di Giordano a dire che " le sostanze trovate nei pomodori sono bombe cancerogene" dobbiamo fermarci e pretendere i nostri diritti più elementari. Ci chiamano allarmasti per nascondersi dietro di noi. La verità è che in giro ci sono troppi negazionisti. Lo sono per interessi personali. Per coprire qualche compagno di merenda. Per non affrontare situazioni incresciose. Per continuare a giocare all'insopportabile giochetto dello scaricabarile. Ringraziamo il Professor GIORDANO. E i tantissimi scinziati e medici onesti e preoccupati come noi. La verità di certo trionferà. I bambini li vogliamo vedere giocare e studiare. li vogliamo portare a scuola, in palestra, in chiesa, non in ospedale o al cimitero".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bombe cancerogene i metalli trovati nei pomodori da Le Iene"

NapoliToday è in caricamento