Entra a casa di una 67enne per derubarla: lo tradiscono le impronte

Per questo un 23enne già noto alle forze dell'ordine è stato messo in manette. Non trovando nulla di valore aveva svegliato la padrona di casa minacciandola di morte

Effrazione

Era entrato a casa di una 67enne in via Trivice d'ossa, nel rione Gescal, a Cimitile, per derubarla. Un episodio inquietante per la donna, quello avvenuto nella notte tra il 14 e il 15 ottobre scorso: il ladro, messa a soqquadro l'abitazione alla ricerca di oggetti di valore, si era diretto nella camera da letto della padrona di casa, svegliandola con una mano sulla bocca e l'altra attorno al collo.

Riuscita coraggiosamente a divincolarsi e gridare aiuto, la 67enne era riuscita a mettere in fuga il proprio assalitore, sul quale ha iniziato ad indagare l'arma dei carabinieri.

Le indagini hanno avuto riscontro molto rapido. Il ladro aveva lasciato le sue impronte su di un'anta a vetro della cristalliera, permettendo alla scientifica di identificarlo: si trattava di un 23enne già noto alle forze dell'ordine che era stato scarcerato soltanto il precedente agosto dopo una rapina. Per lui si sono nuovamente aperte le porte del carcere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

Torna su
NapoliToday è in caricamento