Laboratorio tessile irregolare: nei guai coppia di cinesi

Lavoratori tenuti in pessime condizioni in un opificio abusivo a San Giuseppe Vesuviano

In un laboratorio di San Giuseppe Vesuviano venivano prodotti tessuti in totale irregolarità. I carabinieri della stazione locale e personale della Asl Napoli 3 hanno riscontrato varie carenze: l’assenza di dispositivi volti a garantire la sicurezza dei lavoratori, il mancato rispetto della normativa antincendio, non c’era una corretta illuminazione ed areazione dei luoghi ed i macchinari non rispondevano ai requisiti di sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell’azienda inoltre non c’era alcun registro di carico e scarico dei rifiuti, che quindi venivano gestiti in modo incontrollato infatti in un’area adiacente allo stabilimento i militari hanno rinvenuto moltissimi sacchi pieni di scarti tessili. Una coppia di cittadini cinesi incensurati che lo gestiva è stata denunciata per violazioni in materia ambientale e della sicurezza sui luoghi di lavoro. I locali sono stati sequestrati e sono state comminate sanzioni amministrative per circa 40mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

Torna su
NapoliToday è in caricamento