Cronaca

Arrestato il killer di Lino Romano: in manette manda baci

Salvatore Baldassarre, braccio armato del clan Abete-Abbinante-Notturno, il 16 ottobre scorso fece fuoco massacrando di colpi il 30enne a Marianella. Fu uno scambio di persona

Lino Romano

È finita poche ore fa la latitanza di Salvatore Baldassarre, il killer che uccise il giovane Lino Romano sotto casa della fidanzata per uno scambio di persona. Il braccio armato del clan Abete-Abbinante-Notturno che il 16 ottobre scorso fece fuoco massacrando di colpi Romano nella sua auto in piazza Marianella era nascosto a Marano. All'uscita della caserma dei carabinieri, in manette, Salvatore Baldassarre ha mandato baci a familiari e amici.


"Io quando poi inizio a sparare non mi fermo più": così Baldassarre spiegò a un altro affiliato al gruppo degli scissionisti, Carmine Annunziata, l'errore di persona costato la vita al giovane Lino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato il killer di Lino Romano: in manette manda baci

NapoliToday è in caricamento