Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Compleanno amaro per il Kestè, il titolare: "Al suo posto solo degrado e spaccio"

Il noto locale del centro storico, ormai chiuso, avrebbe compiuto 23 anni. Fabrizio Caliendo posta un video su Facebook: "

 

Il kestè ha chiuso da pochi mesi, ma la rabbia per la scomparsa di uno dei luoghi storici della movida cittadina è ancora tanta. Oggi, avrebbe compiuto 23 anni e il titolare Fabrizio Caliendo ha voluto 'festeggiare', pubblicando un video-denuncia che mostra come si presenta oggi Largo San Giovanni Maggiore, dov'era situato il Kestè.

"Domani il Kesté avrebbe dovuto compiere 23 anni - scrive Caliendo nel post - Al suo posto il nulla, se non degrado, spaccio, paura, assenza. Una mala movida che imperversa. Il buio che torna su Largo San Giovanni Maggiore. Anche le lucine di natale che oramai erano diventate fisse in piazza, un segnale di presenza e ospitalità, sono state tagliate. Aspettiamo gli interventi concreti delle istituzioni, un segnale. Noi non ci siamo riusciti! Eppure abbiamo lottato in tanti, per tanto tempo. Auguri lo stesso Kestè...non meritavi questo dopo 23 anni di resistenza a oltranza".

Caliendo aveva deciso di chiudere la sua esperienza dopo anni di denuncie sulla situazione di degrado della zona: atti di violenza, spaccio di droga, risse frequenti, parcheggiatori e commercianti abusivi. Il tutto senza controlli efficaci da parte delle forze dell'ordine. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento