Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Jovanotti: “Napoli non ha spazi adeguati per la musica"

Il cantante in concerto il 2 luglio all'Arechi di Salerno. "Mi addolora che la città non abbia un palasport per le tourneé. Assurdo usare Piazza del Plebiscito per i concerti, è un luogo difficile da circoscrivere"

Jovanotti © Tm NewsInfophoto

Assurdo che una città come Napoli, una capitale del Sud, non abbia spazi adeguati per la musica”. Jovanotti, presentando in videoconferenza a Salerno l'unica data campana del suo “Backup Tour 2013 (allo Stadio Arechi il 2 luglio), si è così soffermato sulla situazione partenopea.

“Assurdo, triste, mi addolora che Napoli non abbia un palasport per le tourne. Mi dispiace per la mancanza del San Paolo - ha affermato - perché è uno stadio storico come il Maracana, ed è lo stadio di Maradona". "Ci sarebbe bisogno di un grande salto per cambiare la situazione - ha aggiunto il cantante - a Napoli non mancano le risorse umane".

Il musicista ha risposto anche ad una domanda sulle polemiche nate dopo la concessione di Piazza Plebiscito per il concerto di Bruce Springsteen. "E' assurdo usare una piazza del Plebiscito per i concerti. E' un luogo difficile da circoscrivere. La delusione deriva dal fatto che non ci sia un'alternativa a quella piazza. Le piazze sono nate per far incontrare la gente".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jovanotti: “Napoli non ha spazi adeguati per la musica"

NapoliToday è in caricamento