Jovanotti: “Napoli non ha spazi adeguati per la musica"

Il cantante in concerto il 2 luglio all'Arechi di Salerno. "Mi addolora che la città non abbia un palasport per le tourneé. Assurdo usare Piazza del Plebiscito per i concerti, è un luogo difficile da circoscrivere"

Jovanotti © Tm NewsInfophoto

Assurdo che una città come Napoli, una capitale del Sud, non abbia spazi adeguati per la musica”. Jovanotti, presentando in videoconferenza a Salerno l'unica data campana del suo “Backup Tour 2013 (allo Stadio Arechi il 2 luglio), si è così soffermato sulla situazione partenopea.

“Assurdo, triste, mi addolora che Napoli non abbia un palasport per le tourne. Mi dispiace per la mancanza del San Paolo - ha affermato - perché è uno stadio storico come il Maracana, ed è lo stadio di Maradona". "Ci sarebbe bisogno di un grande salto per cambiare la situazione - ha aggiunto il cantante - a Napoli non mancano le risorse umane".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il musicista ha risposto anche ad una domanda sulle polemiche nate dopo la concessione di Piazza Plebiscito per il concerto di Bruce Springsteen. "E' assurdo usare una piazza del Plebiscito per i concerti. E' un luogo difficile da circoscrivere. La delusione deriva dal fatto che non ci sia un'alternativa a quella piazza. Le piazze sono nate per far incontrare la gente".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento