menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Je suis Poppella: "Scognamiglio commosso, non lasciamolo solo"

I Verdi: "Tutti i napoletani onesti devono dimostrargli che non è solo e che la sua scelta di continuare a lavorare nella Sanità non è sbagliata"

Sappiamo che è un piccolo gesto, ma anche i piccoli gesti possono servire a far riacquistare fiducia a chi rischia di perderla per le intimidazioni della camorra che arrivano a colpire un’attività nata e cresciuta in un quartiere difficile che il titolare non ha voluto abbandonare”.

Così il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che, insieme al portavoce regionale Vincenzo Peretti, ai consiglieri comunali Stefano Buono e Marco Gaudini, alla consigliera di Municipalità, Debora Piemontese, e alla portavoce cittadina, Stefania Zenga, è andato a portare la solidarietà, con cartelli con su scritto Je suis Poppella, dei rappresentanti del Sole che ride a Ciro Scognamiglio, il titolare della pasticceria, visibilmente commosso per il gesto.

“Non bisogna assolutamente lasciare da sole le vittime della camorra, soprattutto quelle che provano a riscattare i quartieri dove la camorra domina. Tutti i napoletani onesti devono affollare ancor di più di quanto accade già la pasticceria Poppella per dimostrargli che non è solo e che la sua scelta di continuare a lavorare nella Sanità, anche dopo che i suoi prodotti hanno cominciato a conquistare tutta Napoli, uscendo anche al di fuori dei confini regionali, non è stata sbagliata”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento