rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Mercato / Piazza Giuseppe Garibaldi

Italo fa la sua apparizione alla Stazione centrale di Napoli

Il treno ad alta velocità della Ntv, Nuovo trasporto viaggiatori, sta completando le prove di collaudo in attesa di iniziare il servizio a marzo. La curiosità dei passeggeri in transito

Italo, il treno ad Alta velocità di ultima generazione di Ntv, Nuovo Trasporto Viaggiatori, è arrivato per la prima volta alla stazione centrale di Napoli suscitando la curiosità dei passeggeri in transito. Il treno sta completando le prove di collaudo, in attesa di iniziare il servizio a partire da marzo.

Lo scorso 13 dicembre a Nola, all'interno dell'Interporto, sono state inaugurate le officine di manutenzione, l'unico impianto del genere previsto in Italia. Le officine, realizzate in 21 mesi con un investimento di 90 milioni di euro, occupano circa 250 persone e sono destinate ad ospitare periodicamente i 25 treni della flotta. Ntv è il primo operatore privato italiano nel trasporto ferroviario di persone sulla rete ad Alta velocità e il primo operatore al mondo a utilizzare il nuovo treno Alstom Agv, detentore del primato di velocità su binario (360 chilometri all'ora).

La società, che farà concorrenza a Trenitalia, è stata creata nel dicembre 2006 dagli imprenditori Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle, Gianni Punzo - che insieme detengono il 33,5% delle quote - e da Giuseppe Sciarrone, attuale amministratore delegato.

Italo raggiungerà inizialmente 9 città italiane - Torino, Milano, Venezia, Padova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Salerno - e 12 stazioni, tra cui tutte quelle dedicate all'Alta velocità. Una volta completata la consegna dei 25 treni, Ntv effettuerà ogni giorno 51 viaggi per un totale di 12,3 milioni di chilometri all'anno. In particolare, 41 viaggi saranno effettuati sulla tratta Torino-Salerno e 10 sulla Venezia-Roma-Napoli.

NTV presenta il treno Italo © Tm News/Infophoto

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italo fa la sua apparizione alla Stazione centrale di Napoli

NapoliToday è in caricamento