menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un sito di stoccaggio rifiuti nel Parco del Vesuvio: “Diventerà una nuova discarica”

La denuncia degli abitanti di San Vito che volevano la bonifica dell'area e invece vedranno arrivare ancora rifiuti

È in queste ore in discussione in consiglio comunale a Ercolano il progetto di realizzazione di un'isola ecologica e un sito temporaneo per lo stoccaggio dei rifiuti nell'area di via Focone a San Vito. Si tratta di uno spazio compreso all'interno del Parco nazionale del Vesuvio e al centro di una storia controversa che va avanti da anni. L'area venne confiscata alla criminalità organizzata e riassegnata al patrimonio indisponibile del Comune. Per anni utilizzata come cantiere e parcheggio dell'azienda di raccolta dei rifiuti, doveva essere rivalutata grazie alla realizzazione di un parco urbano. Il progetto venne votato all'unanimità un anno fa ma da allora le cose sono cambiate.

Il sito di stoccaggio temporaneo e l'isola ecologica 

Con una serie di delibere di giunta, l'amministrazione comunale ha deciso di utilizzare quell'area per la realizzazione di un'isola ecologica e un impianto di stoccaggio temporaneo dei rifiuti. Questa mattina il progetto potrebbe passare in consiglio comunale con il voto della maggioranza che appoggia il primo cittadino Ciro Bonajuto. La decisione dell'amministrazione è stata vissuta dagli abitanti del posto come l'ennesimo schiaffo subito. Parliamo di un'area che vive una situazione sanitaria precaria. L'incidenza delle malattie tumorali è altissima e i cittadini raccontano di aver un caso di malattia oncologica per ogni famiglia. La zona di San Vito è da tempo preda di una serie di discariche abusive ed è una delle poche zone cittadine dove non arriva il sistema fognario. Inoltre la storia dell'area è tristemente nota alle cronache giudiziarie. La forte presenza dei clan camorristici nell'area fa pensare che negli anni '80 e '90 non sia da escludere che ci sia stato anche un interramento di rifiuti.

“Diventerà l'ennesima discarica”

Per questo la richiesta della cittadinanza è sempre stata quella di una profonda bonifica e riqualificazione ma la scelta di installare un sito di stoccaggio dei rifiuti sembra andare in diversa direzione. Secondo gli abitanti del posto il rischio è che di fatto il sito temporaneo diventi una discarica a tutti gli effetti con solo dei periodi brevi di spostamento dei rifiuti. La denuncia dei cittadini è stata accolta dal consigliere comunale di Azione, Piero Savarese che ha annunciato battaglia nell'assise cittadina. Da tempo impegnato su questo tema, ha spiegato che percorrerà tutte le strade burocratiche per impedire che il sito venga realizzato. Sarebbe l'ennesima area del Parco nazionale del Vesuvio sfregiata dalla presenza di rifiuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Attualità

Concorsone Sud 2800 posti: le date della prova scritta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento