Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Presunte irregolarità ai test di Medicina, gli studenti protestano: "Si azzeri tutto"

I candidati si sono riuniti in un comitato

In merito alle presunte irregolarità nei test per l'iscrizione alla facoltà di Medicina a Napoli, diversi candidati si sono riuniti in un comitato e, assistiti dallo studio legale Pisani e Scaringia, hanno deciso di "andare fino in fondo: ci stanno fornendo documenti e prove - dichiara l'avvocato Pisani - per chiedere alla magistratura di annullare e far ripetere le prove per l'ammissione alla facoltà".

"Siamo pronti a chiedere anche il risarcimento danni e il rimborso delle spese per tutti gli studenti traditi e danneggiati nei loro sogni", aggiunge il legale, secondo cui il numero chiuso è "ingiusto, illogico e incostituzionale".

"Secondo quanto mi è stato segnalato in lacrime da tanti aspiranti medici - continua Pisani, confermando dunque quanto già trapelato altrove - qualcuno avrebbe pagato migliaia di euro per iscriversi a un corso di preparazione che permetteva di conoscere in anticipo le domande del test. Altri invece hanno trovato un gruppo su Telegram su cui circolavano soffiate sulle domande a cui gli aspiranti medici sarebbero stati sottoposti. Si azzeri tutto - conclude - e si risarciscano tutti i danni agli studenti vittime di caos e violazioni gravissime dei principi base di trasparenza correttezza e buona fede che sono stati del tutto ignorati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunte irregolarità ai test di Medicina, gli studenti protestano: "Si azzeri tutto"
NapoliToday è in caricamento