Cronaca Mercato / Piazza Giuseppe Garibaldi

Sprovvista di biglietto non vuole scendere dal treno: deferita per interruzione di pubblico servizio

Protagonista una viaggiatrice che ha ritardato la partenza di un regionale. Sprovvista di un biglietto, rifiutava l’invito della Polfer a scendere dal convoglio.

Il 17 luglio scorso una viaggiatrice è stata deferita per interruzione di pubblico servizio perché all’atto della partenza di un treno regionale a Napoli Centrale, si è rifiutata di scendere dal convoglio in quanto sprovvista di titolo di viaggio impedendone la partenza.

L’episodio si innesta nella vasta operazione di controllo della Polizia Ferroviaria: 861 persone controllate; 134 bagagli ispezionati; 2 denunciati (il primo per il reato di immigrazione clandestinità e il secondo per inosservanza del divieto di ritorno nel Comune di Napoli);  2 depositi bagagli controllati; 12 scali ferroviari interessati  e oltre 90 operatori delle Polizia Ferroviaria impegnati. Questi i numeri della recente Operazione “Stazioni Sicure”, svolta lo scorso 23 luglio, nell’ambito di un piano nazionale di controlli straordinari in ambito ferroviario.

Dall’inizio della settimana sono state denunciate altre 5 persone per vari reati (ricettazione, danneggiamento, inosservanza al F.V.O. e immigrazione clandestina). Uno di essi, in particolare, ha azionato, senza alcun motivo, uno di quei grossi estintori posizionati lungo i marciapiedi dei binari della stazione metropolitana di Napoli Piazza Garibaldi, creando panico tra i viaggiatori e procurando danni alla struttura ferroviaria.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sprovvista di biglietto non vuole scendere dal treno: deferita per interruzione di pubblico servizio

NapoliToday è in caricamento