Inseguimento da film su auto rubata: erano armati

In tre sono stati arrestati dopo una fuga, prima in auto e poi a piedi. Avevano una semiautomatica

L'auto su cui viaggiavano era stata appena rubata e l'antifurto satellitare segnalava la loro posizione. Così i carabinieri li hanno arrestati non senza difficoltà visto che sono stati protagonisti di un inseguimento, iniziato in auto e finita a piedi. I militari della compagnia di Giugliano hanno stretto le manette ai polsi a tre persone con l'accusa di detenzione d'arma clandestina, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e ricettazione. Gli uomini dell'Arma sono riusciti a rintracciarli lungo la Circumvallazione esterna.

L'inseguimento

Hanno provato ad intimare loro l'alt ma i tre hanno forzato il posto di blocco tentando la fuga. I carabinieri li hanno inseguiti fino a quando i fuggitivi non si sono infilati in un vicolo cieco. Non si sono arresi e hanno provato a scappare a piedi ingaggiando una colluttazione con i militari che alla fine sono riusciti a bloccarli. Perquisendoli hanno scoperto che avevano addosso una pistola semiautomatica calibro 9 con il colpo in canna e sette proiettili nel caricatore. L'auto è stato confermato essere stata rubata. Gli arrestati verranno giudicati con rito direttissimo mentre un carabiniere è rimasto ferito con una prognosi di cinque giorni.

Potrebbe interessarti

  • Ogni quanto bisogna lavare le lenzuola e perché

  • Formiche: tutti i rimedi per allontanarle di casa

  • Oleandro: perché bisogna stare molto attenti a questa pianta

  • Il miglior bartender d'Italia è Salvatore Scamardella

I più letti della settimana

  • Morta sull'Asse mediano: la vittima è Imma Papa

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 24 al 28 giugno: Diego si mette nei guai

  • Grave incidente sulla Tangenziale di Napoli, morto uno dei due feriti

  • Tragico incidente sull'Asse Mediano: morta una donna

  • Grave incidente sulla Tangenziale di Napoli: lunghe code e traffico paralizzato

  • Lutto a Pozzuoli, 33enne si toglie la vita

Torna su
NapoliToday è in caricamento