Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Sant'antonio abate

Acque reflue nel fiume Sarno: sequestrate quattro ditte del vesuviano

I Carabinieri del Gruppo per la Tutela Ambientale di Napoli hanno eseguito il sequestro di quattro aziende: scaricavano acque reflue, senza autorizzazione, in un caso anche nel fiume Sarno

I Carabinieri del Gruppo per la Tutela Ambientale di Napoli hanno eseguito il sequestro di quattro aziende operanti nel settore della metallurgia pesante e dell'attività conserviera, con sedi a Striano, Pagani e Scafati (Salerno). I legali rappresentati - fanno sapere dalla Procure di Torre Annunziata e Nocera - sono accusati di scarico abusivo di reflui industriali, abbandono di rifiuti speciali pericolosi e, in un caso, di emissioni in atmosfera senza autorizzazione. 

In particolare una ditta di Striano e una ditta di Sant'Antonio Abate, operanti nel settore della metallurgia e in quello conserviero, sono accusate di aver effettuato scarico di acque reflue industriali senza autorizzazioni. Parte delle acque reflue finivano nel canale Corrente, affluente del fiume Sarno. Le acque, nel caso dello stabilimento di Sant'Antonio Abate, non erano trattate. Il sequestro delle aziende "si è reso necessario per imepdire la protrazione dei reati accertati". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acque reflue nel fiume Sarno: sequestrate quattro ditte del vesuviano

NapoliToday è in caricamento