menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Inps

Inps

Attende invano la pensione: "Signore, lei è morto"

La comunicazione dell'Inps. Il protagonista della vicenda: "Fortunatamente sono vivo e vegeto"

Grottesca vicenda per l'ex Comandante della Polizia Municipale di Ischia, Elio D'Amato, tenente colonnello, che in attesa della pensione, ha appreso da una comunicazione dell'Inps indirizzata ai suoi eredi, di essere morto l'1 gennaio 2013.

Collocato forzatamente in pensione dall' amministrazione comunale, poi reintegrato per altri 6 mesi dall'autorità giudiziaria, dal primo agosto di quest'anno D' Amato è definitivamente in pensione.

'Ma sul mio conto - racconta l'ex Comandante - non è stato accreditato l'assegno di pensione. Qualche giorno fa, indirizzata 'agli eredi di Elio D'Amato', è giunta una comunicazione dell'Inps nella quale si afferma che ''a causa del decesso del pensionato in oggetto avvenuto l'1 gennaio 2013 non è stato possibile completare le operazioni di liquidazione dell'Irpef''. ''Fortunatamente sono vivo e vegeto'', dice al telefono D'Amato. ''Sono tre mesi che attendo il versamento della pensione dall'Inps'', aggiunge. L'ex Comandante della Polizia municipale ha denunciato l'Inps per falsità ideologia ed illecito extra contrattuale. ''Vedremo come è nato l'errore'', conclude. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento