rotate-mobile
Cronaca

Cesaro: "Inizio anno scolastico in forse, troppi tagli"

Il presidente della Provincia di Napoli: "Sono fortemente preoccupato. Con l'assessore Moschetti e con i dirigenti di settore stiamo studiando tutte le misure idonee a consentire un regolare inizio"

Inizio dell'anno scolastico in forse a causa dei drastici tagli agli istituti nell'ambito della spending review. A dirlo è il presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro che spiega: "Quanto denunciato stamane dal presidente dell'Unione province italiane (Upi), Corrado Castiglione, sui pericoli per un inizio regolare dell'anno scolastico condizionato dai tagli alla spesa pubblica, è quanto mai vero e possibile anche per il territorio della Provincia di Napoli".

Secondo Cesaro "la situazione finanziaria delle Province dopo i tagli del Governo nell'ambito della spending review è effettivamente vicina al collasso. Noi a fine mese approveremo un bilancio con la riserva di sapere a settembre l'effettivo impatto, in termini numerici, della manovra che ci sarà imposta. Mi è facile pensare che, se un ente virtuoso come il nostro rischia lo sforamento del patto di stabilità, più della metà delle province italiane possono andare in default.


Per quanto riguarda le scuole, Cesaro si dice preoccupato. "I tagli rischiano di colpire proprio quelle società partecipate che assicurano la straordinaria ed ordinaria gestione degli interventi di manutenzione. Insieme con l'assessore Moschetti e con i dirigenti di settore stiamo studiando tutte le misure idonee a consentire un regolare inizio dell'anno scolastico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesaro: "Inizio anno scolastico in forse, troppi tagli"

NapoliToday è in caricamento