Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Ingv, il ministro Musumeci visita la sede: collegamento anche con l’Osservatorio Vesuviano

Ha seguito in diretta le continue attività che l’Istituto svolge per il monitoraggio e la sorveglianza sismica, vulcanica e di allerta tsunami su tutto il territorio nazionale

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha accolto oggi nella sua sede romana il ministro per la Protezione civile e le Politiche del mare Nello Musumeci, accompagnato dal capo dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio, e dal capo dipartimento casa Italia Luigi Ferrara.

Ricevuto dal presidente dell’Ingv Carlo Doglioni, Musumeci ha visitato la Sala di Monitoraggio di Roma e, in collegamento con le Sale di Sorveglianza dell’Osservatorio Vesuviano di Napoli e dell’Osservatorio Etneo di Catania, ha seguito in diretta le continue attività che l’Istituto svolge per il monitoraggio e la sorveglianza sismica, vulcanica e di allerta tsunami su tutto il territorio nazionale e parte del Mediterraneo.

“La mia è stata una visita dovuta e sentita, al termine della quale ho espresso il mio apprezzamento al presidente Carlo Doglioni – ha detto il ministro – Ho trovato una comunità scientifica molto motivata e competente, che credo di potere definire fra le più autorevoli in Europa per le materie legate alla scienza della terra. Ho assicurato massima collaborazione con la Protezione civile secondo il comune intendimento con la collega Anna Maria Bernini dal cui dicastero dipende l’Istituto”.

“Ricevere il Ministro della Protezione Civile è stato significativo per l'Ente – hanno dichiarato il Presidente dell’Ingv Carlo Doglioni e i Direttori di Dipartimento Francesca Bianco, Massimo Chiappini e Claudio Chiarabba – Il lavoro svolto dalla comunità scientifica dell’Ingv per la conoscenza della Terra è costante, così come attivo h24 è il sistema di monitoraggio e sorveglianza degli eventi naturali svolto dalle Sale di Roma, Napoli e Catania. L’Istituto, articolato nei tre Dipartimenti scientifici, Ambiente, Terremoti e Vulcani, è presente su tutto il territorio italiano con dieci Sezioni a cui si aggiungono altre venti sedi. Sempre presente nel fornire i dati scientifici alle autorità di protezione civile, l’Ingv supporta l’intervento delle autorità affinché si possa attuare la migliore prevenzione sul territorio e interventi immediati in caso di eventi sismici, vulcanici o tsunami”, ha concluso il Presidente Doglioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingv, il ministro Musumeci visita la sede: collegamento anche con l’Osservatorio Vesuviano
NapoliToday è in caricamento