Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli infermieri: "Ci chiamano eroi, ma siamo precari"

Flash mob degli operatore sanitari in piazza del plebiscito per chiedere stabilizzazione del lavoro e migliori salari: "C'è voluto il Covid per riconoscere la nostra importanza"

 

Sono stati chiamati eroi durante l'emergenza sanitaria, ricorrendo a una retorica talvolta banale e semplicistica per raccontare il lavoro di migliaia di infermieri che, pandemia a parte, vivono una vita professionale fatta di salari bassi, precarietà e mancato riconoscimento delle competenze. 

Sono questi i motivi che hanno spinto questi operatori sanitari a riunirsi in un movimento spontaneo, il Movimento nazionale infermieri, che a Napoli come in altre città è sceso in piazza per chiedere il rispetto dei diritti e della dignità di chi lavora "...con passione e dedizione". lle 11,30, un centinaio di palloncini rossi sono stati liberati in piazza del plebiscito. A ognuno di loro, è stato affidato un desiderio: "C'è voluto il Covid perché si accorgessero della nostra importanza e del lavoro che svolgiamo. - afferma Tiziana Piscitelli, una delle portavoci napoletane - Non siamo qui per chiedere bonus per ciò che abbiamo fatto in questo periodo, vogliamo che vengano riconosciuti i nostri diritti. Non siamo eroi, siamo solo lavoratori". 

Il movimento, a oggi, conta circa 36mila iscritti in tutta Italia. Non aderisce a nessun sindacato. "Il sistema sanitario è tutto sbagliato - prosegue la Piscitelli - Bisogna investire sulla Sanità e bisogna pensare a una rete infermieristica territoriale, un vero e proprio infermiere di famiglia. Siamo stanchi, col Covid si è risvegliata una coscienza collettiva e adesso non abbiamo intenzione di mollare". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento