rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
L'iniziativa / Torre annunziata

Magistrati antimafia a Torre Annunziata nel ricordo di Paolo Borsellino

L'incontro all'istituto Marconi

Si tiene all'Istituto scolastico "Marconi" di Torre Annunziata oggi, alle 16,30, l'evento "Raccontare le mafie tra arte e realtà". Fiore all'occhiello dell'iniziativa lo spettacolo teatrale "La stanza di Agnese" della compagnia teatrale Meridiani Perduti Teatro, in sinergia con la Scuola di formazione Antonino Caponnetto, vincitrice del progetto TRAC - Sezione Nuova Drammaturgia. Lo spettacolo è dedicata a Paolo Borsellino, nel trentennale della sua tragica scomparsa.

"2010. Agnese Piraino Leto in Borsellino, segnata da una terribile malattia, riceve una telefonata da parte dell'ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga: 'Via D'Amelio è stata da colpo di Stato'. Poche parole che inevitabilmente fanno riemergere i ricordi di una vita, sin da quando, figlia del presidente del Tribunale di Palermo e immersa negli usi e costumi dell'alta borghesia palermitana, incontra per la prima volta Paolo, giovane pretore a Mazara del Vallo - si legge nella presentazione -. Da questo momento parte la narrazione della sua crescita accanto al marito e della scoperta di una Palermo diversa, meno luccicante di quella a cui era abituata, ma forse più bella, anche se disgraziata, passando attraverso i primi anni di matrimonio e la nascita dei figli. Fino a narrare i momenti più bui, compresa la morte di amici e colleghi di Paolo; i rapporti con la scorta che diventa parte della famiglia; la difficoltà di accettare la situazione da parte dei figli.

Ma anche l'altro lato di Paolo, quello giocoso e sempre pronto allo scherzo, al 'babbìo'. Il lavoro nel pool antimafia accanto a Giovanni Falcone fino alla terribile morte di quest'ultimo. Infine il tradimento da parte di chi avrebbe dovuto combattere al suo fianco. Tutto questo è 'La Stanza di Agnese'. Più che un monologo, un dialogo incessante tra lei e Paolo, che continua tra le pieghe dei ricordi, con toni di tenerezza quando si tratta dei propri figli e di indignazione nei confronti dei traditori dello Stato". Anteprima alla seconda edizione di "Ancore della legalità" che si terrà a settembre, l'evento destinato alle scuole ed alla cittadinanza vuole essere "un momento di riflessione rispetto a tematiche tanto importanti quanto complesse quali legalità e giustizia". Dopo lo spettacolo si terrà un dibattito a cura di Roberto De Candia alla presenza di Anna Maria Frustaci, sostituto procuratore alla DDA di Catanzaro e di Pier Giorgio Morosini, presidente del Tribunale di Palermo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magistrati antimafia a Torre Annunziata nel ricordo di Paolo Borsellino

NapoliToday è in caricamento