Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Eav, De Gregorio: "Meno incidenti per quanto riguarda il trasporto su ferro"

Il numero dei sinistri è sceso dagli 180 del 2014 agli 80 del 2018

Incidente Cumana

Meno incidenti per quanto riguarda le linee su ferro di Eav. A spiegarlo è il presidente della holding del trasporto su ferro Umberto De Gregorio.

Il numero dei sinistri è infatti sceso dagli 180 del 2014 agli 80 del 2018. "Questo dato, unitamente ad un innalzamento della franchigia (portata da euro 5.000 a 7.500, e gestita da Eav all'interno anziché dagli assicuratori), ha consentito di aggiudicare la gara relativa alla polizza RCT/O, 2020-23, per un importo pari ad euro 1.246.000 annui (base d'asta del premio annuo: euro 1.400.000)".

Si tratta di "un importo che rappresenta meno del 60% del premio annuo pagato nel 2014 (2,1 milioni) , per un risparmio, rispetto a quell'anno, di oltre 850.000 euro su base annua, e di quasi 3,5 milioni di euro nel periodo 2020-2023; a fronte, peraltro, di un massimale assicurativo passato dagli appena 10 milioni di euro del 2013 agli attuali 100 milioni di euro".

"Eav si è impegnata in questi anni nella costante azione di analisi, controllo, riduzione, mitigazione ed elusione dei rischi aziendali – va avanti il suo presidente – un'azione che, "nonostante" il rilancio del servizio su ferro, ripartito dopo il superamento della crisi economico-finanziaria del periodo 2010-15 (rilancio che avrebbe potuto comportare un proporzionale aumento de i sinistri) ha permesso di limitare fortemente la sinistrosità aziendale, tanto da arrivare ad erodere il fondo franchigia del periodo 2014-2019 di appena il 16%. I sinistri in franchigia sono stati coperti con esborsi diretti di Eav pari a circa 50mila euro annui dal 2016 al 2018".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eav, De Gregorio: "Meno incidenti per quanto riguarda il trasporto su ferro"

NapoliToday è in caricamento