Eav, De Gregorio: "Meno incidenti per quanto riguarda il trasporto su ferro"

Il numero dei sinistri è sceso dagli 180 del 2014 agli 80 del 2018

Incidente Cumana

Meno incidenti per quanto riguarda le linee su ferro di Eav. A spiegarlo è il presidente della holding del trasporto su ferro Umberto De Gregorio.

Il numero dei sinistri è infatti sceso dagli 180 del 2014 agli 80 del 2018. "Questo dato, unitamente ad un innalzamento della franchigia (portata da euro 5.000 a 7.500, e gestita da Eav all'interno anziché dagli assicuratori), ha consentito di aggiudicare la gara relativa alla polizza RCT/O, 2020-23, per un importo pari ad euro 1.246.000 annui (base d'asta del premio annuo: euro 1.400.000)".

Si tratta di "un importo che rappresenta meno del 60% del premio annuo pagato nel 2014 (2,1 milioni) , per un risparmio, rispetto a quell'anno, di oltre 850.000 euro su base annua, e di quasi 3,5 milioni di euro nel periodo 2020-2023; a fronte, peraltro, di un massimale assicurativo passato dagli appena 10 milioni di euro del 2013 agli attuali 100 milioni di euro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Eav si è impegnata in questi anni nella costante azione di analisi, controllo, riduzione, mitigazione ed elusione dei rischi aziendali – va avanti il suo presidente – un'azione che, "nonostante" il rilancio del servizio su ferro, ripartito dopo il superamento della crisi economico-finanziaria del periodo 2010-15 (rilancio che avrebbe potuto comportare un proporzionale aumento de i sinistri) ha permesso di limitare fortemente la sinistrosità aziendale, tanto da arrivare ad erodere il fondo franchigia del periodo 2014-2019 di appena il 16%. I sinistri in franchigia sono stati coperti con esborsi diretti di Eav pari a circa 50mila euro annui dal 2016 al 2018".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Nuova ordinanza di De Luca: pubblicato il testo e le linee guida (I DOCUMENTI)

Torna su
NapoliToday è in caricamento