Cronaca

Incidenti stradali, sulla Tangenziale sono in aumento

Fotografia emersa dal monitoraggio sull'incidentalità stradale illustrato dal prefetto Andrea De Martino. "È necessario fare una riflessione e incrementare i controlli"

Tangenziale

Pessime notizie. Nel 2011 sono aumentati gli incidenti stradali sulla Tangenziale e sull'autostrada A30 Caserta-Salerno. A comunicarlo, il monitoraggio sull'incidentalità stradale illustrato nella sede della prefettura dal Prefetto Andrea De Martino e dai vertici delle forze dell'ordine.

I DATI - Sulla Tangenziale napoletana nel 2009 si erano registrati 170 incidenti, nel 2010 sono stati 152 e lo scorso anno 171 con un incremento del 12,50 per cento. In crescita anche il numero dei feriti passati da 254 a 261, mentre è dimezzato il numero di morti, da 4 del 2009 a 2 sia nel 2010 che nel 2011. Trend in crescita anche per il tratto autostradale Caserta-Salerno in cui gli incidenti da 32 del 2009 sono diminuiti nel 2010, mentre lo scorso anno se ne sono verificati 54 con una crescita del 170 per cento. "Su questi tratti - ha detto il prefetto De Martino - è necessario fare una riflessione, incrementare i controlli, ma è importante migliorare la gestione delle tratte per cui rivolgo un appello verbale e formale affinchè le società si adoperino".

L'incremento degli incidenti sulla Tangenziale, come ha sottolineato il questore di Napoli Luigi Merolla, segue "un lungo periodo, dall'installazione del sistema tutor, in cui il numero dei sinistri è crollato notevolmente". Crescita che, secondo il dirigente della Polizia stradale Salomone, può essere in parte motivata "dall'assuefazione degli automobilisti al sistema di controllo della velocità ". Il tutor, ricordiamo, non è attivo negli ultimi otto chilometri di Tangenziale in direzione Pozzuoli, ma dalla prossima settimana sarà operativa la polizia stradale con autovelox.

LA SITUAZIONE IN PROVINCIA - Diminuiscono gli incidenti sulle strade della provincia di Napoli. Il numero è progressivamente calato, passando da 6.236 a 5.497. Stesso trend per il numero di feriti passati da 9.006 a 7.296, mentre per quanto riguarda il numero di morti si registra un andamento altalenante che va dai 132 del 2009 ai 97 del 2010, con una crescita nel 2011 fino a 106 decessi. Il maggior numero di incidenti sono concentrati nei mesi di maggio e di luglio mentre le giornate "più critiche" sono il martedì e il venerdì. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti stradali, sulla Tangenziale sono in aumento

NapoliToday è in caricamento