rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Incidenti stradali Pozzuoli

Strage del bus a Monteforte Ipino, le vittime salgono a 40

È morto, nell'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, Salvatore Di Bonito. L'operaio 54enne aveva già perso sua moglie nell'incidente di fine luglio. Il sindaco di Pozzuoli: "Siamo moralmente e umanamente distrutti"

E' morto, nell'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, Salvatore Di Bonito, 54 anni, l'operaio rimasto gravemente ferito nell'incidente avvenuto lo scorso 28 luglio sul viadotto Acqualonga dell'autostrada A16. Salgono a 40 le vittime della tragedia di Monteforte Irpino.

Salvatore Di Bonito nell' incidente aveva perso a moglie, Anna Mirelli, di 48 anni. La coppia viveva a Monteruscello. L'operaio fu inizialmente ricoverato nell'ospedale di Nola dove gli fu asportata la milza. Però, per le gravi ferite riportate nel tragico incidente, fu trasferito al Ruggi d'Aragona di Salerno dove è rimasto per oltre venti giorni ricoverato nel reparto di rianimazione con gravissime lesioni. L'uomo giunse intubato nel nosocomio salernitano da quale la scorsa settimana è stato trasferito all'ospedale di Pozzuoli dove oggi è deceduto.


"Siamo moralmente e umanamente distrutti da questa triste notizia che aggrava ancora di più il già terribile bilancio delle vittime''. Così il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage del bus a Monteforte Ipino, le vittime salgono a 40

NapoliToday è in caricamento