Incidenti stradali

Incidente stradale a Mergellina, poliziotto muore in ospedale: lascia due figlie

Giovanni Vivenzio era rimasto coinvolto in un incidente in via Giordano Bruno. Migliorano le condizioni del collega

Non ha retto il cuore di Giovanni Vivenzio sovrintendente di 54 anni del Commissariato San Ferdinando Sezione Falchi coinvolto nel violentissimo incidente insieme al suo collega Stefano Cascone avvenuto a Chiaia verso le 17.30 del 6 aprile scorso. I due Falchi erano a bordo della loro Ducati Multistrada alle prese con un inseguimento quando sono stati centrati in pieno da una Ford Station Wagon con a bordo una coppia di partenopei, illesi che nel tentativo di svoltare a sinistra in via non ha notato il sopraggiungere dei poliziotti. La moto ha impattato violentemente contro la fiancata della vettura lato passeggero. Giovanni Vivenzio nell’urto aveva battuto la testa sull'asfalto riportando un gravissimo trauma cranico. Dopo numerosi interventi alla testa al fine di arginare il versamento ematico ed un coma indotto, dopo una lunga lotta, si è spento presso il centro di Rianimazione dell’Ospedale Cardarelli dove era ricoverato. Vivenzio era padre di due figlie.

Le condizioni del collega

Il collega Stefano Cascone trasportato all’Ospedale del Mare dopo aver riportato la frattura del bacino e del femore nell’impatto e aver subito un delicato intervento, è in ripresa. 

Cordoglio del Questore di Napoli: "È una terribile tragedia. Gianni Vivenzio è stato un punto di riferimento per tanti colleghi. Siamo e saremo accanto a sua moglie,  alle sue figlie, a sua mamma e alle sue sorelle."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente stradale a Mergellina, poliziotto muore in ospedale: lascia due figlie

NapoliToday è in caricamento