Incidenti stradali, a Napoli aumenta il numero dei sinistri ma ci sono meno morti

Il dato positivo che si evince dall'analisi ACI-Istat: a Napoli, nonostante aumentino gli incidenti, sono meno letali. Cala infatti di oltre il 30% il numero dei morti

C'è una preoccupante inversione di tendenza sulla sicurezza stradale in Campania. Lo rivelano gli ultimi dati ACI-Istat secondo i quali si registra un generale aumento sia degli incidenti che delle loro conseguenze (morti e feriti). In particolare, nel 2019, nella nostra regione si sono verificati 10.058 sinistri (+3,5% rispetto al 2018) che hanno provocato 223 decessi (+8,3%) e 15.067 feriti (+2,9%). In questo contesto spicca il dato positivo del comune di Napoli dove le vittime sono diminuite del 31,3%, pur in presenza di una impennata degli incidenti (+9,9%).

Comune di Napoli

Lo scorso anno nel comune di Napoli si sono registrati 2.526 incidenti in cui 22 persone hanno perso la vita e 3.478 hanno riportato lesioni più o meno gravi. Rispetto all'anno precedente è aumentato il numero di sinistri (+9,9%) e di feriti (+10,4%), mentre è notevolmente diminuito quello dei morti (-31,3%). Il 68,2% ed il 18,2% delle vittime è costituito, rispettivamente, da centauri e pedoni. Particolarmente critico è poi il dato sui giovani: ben il 41% dei morti ed il 42% dei feriti hanno una età inferiore a 30 anni. La guida distratta, prevalentemente dovuta all'uso del telefonino, è la principale causa degli incidenti (29,6%), mentre all'alta velocità è riconducibile la maggior parte di quelli mortali (39,1%). 

Provincia

Nella provincia di Napoli lo scorso anno sono stati rilevati 5.313 incidenti con 87 morti e 7.594 feriti. Nell'arco di un anno risultano in aumento sia i sinistri (+2,5%) che gli infortunati (+3,4%), mentre il numero dei decessi è in diminuzione (-1,1%). Il fenomeno è maggiormente concentrato nei centri abitati: ben l'83,6% degli incidenti, infatti, avviene in città, ma il tasso di mortalità, ovvero il rapporto morti-incidenti è più elevato sulle strade extraurbane dove si registrano 4,9 decessi ogni 100 sinistri. Non a caso, proprio queste arterie sono le uniche ad aver registrato un aumento di mortalità rispetto al 2018, per giunta considerevole: +38,9%. Un incidente mortale su quattro è attribuibile a scontri frontali-laterali. Escluso Napoli, Pozzuoli risulta il comune della città metropolitana con il maggior numero di incidenti (175), di morti (5) e di feriti (283)    

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • SuperEnalotto da capogiro a Bacoli, vincita da mezzo milione

  • Protesta Whirlpool, operai bloccano l'imbocco dell'A3: auto incolonnate

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • Polmonite bilaterale senza patologie pregresse a 32 anni: "Ho visto il mio amore avere fame di ossigeno"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento