rotate-mobile
Incidenti stradali

Investita e uccisa dopo la pizza con gli amici: "Simona era solare, piena di vita e di sogni sul futuro"

Il ricordo commosso dei professori della 21enne che ha perso la vita in via Campi Flegrei

Travolta e uccisa da una Volkswagen Polo, guidata da un 19enne, figlio di un noto imprenditore dell'area flegrea. È finita così la vita di Simona Serra, studentessa di 21 anni, mentre questa attraversava la strada con alcuni amici all'uscita della pizzeria di Diego Vitagliano in via Campi Flegrei, in direzione Arco Felice. La tragedia ha scosso profondamente non solo le famiglie coinvolte ma anche la comunità scolastica di Caserta, dove Simona aveva brillantemente concluso il suo percorso al Liceo Classico "Alessandro Manzoni", come riporta Casertanews.it.

Le indagini della polizia municipale di Pozzuoli, sotto la guida della comandante Silvia Mignone e con il mandato della Procura di Napoli per indagare sul reato di omicidio stradale, si sono concentrati sull'ipotesi che M.S. (risultato negativo ai test su alcol e droga) potesse essere stato distratto dallo smartphone nel momento dell'incidente. L'assenza di frenate prima dell'impatto e il sequestro degli smartphone del conducente e del suo passeggero, evidenziano l'importanza di valutare attentamente l'uso dei dispositivi mobili durante la guida. Importanti dettagli potranno scaturire dalle immagini di videosorveglianza della pizzeria dove la ragazza era stata poco prima dell'impatto con la vettura.

Sgomento nella scuola che frequentava Simona

La notizia ha scosso il Liceo Classico "Alessandro Manzoni", dove la giovane è ricordata come solare, piena di vita e di speranze per il futuro. La docente di greco della giovane, Giovanna Battaglino, ricorda con affetto il breve ma intenso periodo trascorso insieme durante l'anno scolastico segnato dalla pandemia. "Simona era sempre sorridente, curiosa e piena di aspettative". Sconvolta anche la dirigente Adele Vairo: "Ci sono giornate in cui ti senti nulla e devi continuare ad andare avanti. Il tragico e prematuro addio di Simona, studentessa del nostro Liceo Classico, lascia un vuoto nel cuore di tutta la nostra comunità educante. Con profonda tristezza, porgiamo le nostre più sentite condoglianze alla sua famiglia, agli amici e a coloro che hanno avuto il privilegio di conoscerla. Il suo ricordo continuerà a risplendere nei corridoi della sua, della nostra scuola".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investita e uccisa dopo la pizza con gli amici: "Simona era solare, piena di vita e di sogni sul futuro"

NapoliToday è in caricamento