Ventenne muore in un incidente stradale: il fratello non accettava la sua relazione con un trans

La Procura apre un'inchiesta sulla morte di Paola dopo un incidente stradale avvenuto mentre era in scooter con il compagno trans

foto di repertorio

Maria Paola Gaglione, ventenne del Parco Verde di Caivano, è morta nella notte tra giovedì e venerdì in un incidente stradale avvenuto in via degli Etruschi ad Acerra. La Procura di Napoli Nord ha avviato delle indagini per capire se qualcuno possa essere coinvolto. La ragazza viaggiava su uno scooter con il compagno trans (rimasto ferito), quando ha perso il controllo del mezzo a due ruote, finendo contro una pompa sommersa che l'ha ferita mortalmente alla gola.

Inseguimento

Potrebbe esserci però molto di più dietro l'incidente. I carabinieri infatti hanno arrestato il fratello della vittima. Secondo le ultime ricostruzioni la coppia in "fuga" da Caivano ad Acerra e sarebbe stata inseguita dal fratello di Paola, che non accettava la loro storia d'amore, accusato di averle anche speronate. Il giovane ha spiegato di aver mantenuto una distanza di sicurezza dal veicolo della sorella, ma la sua versione è al vaglio degli inquirenti.

 Il pubblico ministero ha disposto l’autopsia sul corpo della vittima. La 22enne ferita di Acerra è ricoverata presso Villa dei Fiori, ha subito una frattura al braccio per la quale si è resa necessaria un'operazione.

Funerali

 Don Maurizio Patriciello, parroco al Parco Verde di Caivano (dove risiedono entrambe), conosceva sia la famiglia Gaglione che quella della compagna di Maria Paola, Cira, che ha scelto di farsi chiamare Ciro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non sapevo della relazione tra le due ragazze, ma sapevo della scelta di Ciro, che rispetto; per loro non sarà stato facile. Ancora oggi queste persone fanno fatica a farsi accettare. Sui social ho letto brutti commenti, attacchi tra le famiglie, ma è necessario stare calmi e attendere che le indagini facciano il proprio corso", spiega don Maurizio che officerà i funerali della ragazza nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • SuperEnalotto da capogiro a Bacoli, vincita da mezzo milione

  • Protesta Whirlpool, operai bloccano l'imbocco dell'A3: auto incolonnate

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • Polmonite bilaterale senza patologie pregresse a 32 anni: "Ho visto il mio amore avere fame di ossigeno"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento