rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Incidenti stradali

Incidente mortale in moto, l'ultimo saluto a Luca: "Hai fatto un'altra mancinata"

Il 34enne napoletano ha perso la vita in un incidente avvenuto a Roma. Oltre 500 le persone presenti al suo Funerale

Luca Mancini era uno di quei ragazzi per i quali la morte sembrava non potesse esistere, sempre sorridente e solare. A giugno si era spostato con Stefania, dopo 4 anni di fidanzamento. Viveva da alcuni anni a Roma e lavorava per la KBM group. Tutto andava per il meglio, sembrava, fino a venerdì notte, quando, per motivi ancora da accertare, ha perso improvvisamente il controllo della sua Honda Transalp, mentre percorreva la Tangenziale di Roma, all'altezza con lo svincolo con Monti Tiburtini, perdendo tragicamente la vita a soli 34 anni.

Luca in realtà sarebbe dovuto rientrare a Napoli quel weekend, ma per una balorda coincidenza del destino, è rimasto nella Capitale per trascorrere una serata con gli amici, prima che lo schianto fatale avvenuto intorno all'1 di del mattino di sabato, lo portasse via dall'affetto dei suoi cari.

Funerali Luca Mancini (Foto Clemente-NapoliToday)

A trasportare la bara in una chiesa gremita di via Annunziata (oltre 500 persone presenti), gli amici di una vita, Luigi, Peppe, Fabrizio, Felice, Mauro, Simone, solo per citarne alcuni, che indossavano una maglietta con il numero 5 e con la la scritta: "Sei un toro, hai fatto un'altra mancinata".

Di fianco alla bara nel carro funebre che ha trasportato Luca, in questo suo ultimo percorso, un Super Santos, a testimonianza del suo amore per il calcio.

"Hai riempito le nostre vite con il tuo sorriso, non ti dimenticheremo mai", ciao Luca, è il commiato degli amici.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente mortale in moto, l'ultimo saluto a Luca: "Hai fatto un'altra mancinata"

NapoliToday è in caricamento