Sabato, 13 Luglio 2024
Incidenti stradali Capri

Incidente bus Capri, sei indagati per la morte di Emanuele Melillo per disastro colposo e omicidio stradale

Il 32enne era alla guida del bus che sfondò le barriere protettive stradali precipitando sulla struttura balneare sottostante. Nell'incidente ferite anche 23 persone

Sono sei le persone iscritte nel registro degli indagati dalla Procura di Napoli, nell'ambito degli accertamenti sulla morte di Emanuele Melillo, avvenuta nell'incidente di Capri del 22 luglio 2021. Il 32enne era alla guida del bus, quando uscì di strada, sfondando le barriere protettive e precipitando sulla struttura balneare sottostante. Nell'incidente restarono ferite 23 persone, che erano a bordo del bus.

I reati ipotizzati

I sei indagati sono sono quattro funzionari responsabili dei dipartimenti viabilità della città metropolitana di Napoli, un amministratore della società di trasporto caprese Atc e un medico. Ipotizzati a vario titolo, nei loro confronti, i reati di disastro colposo, omicidio stradale e lesioni stradali multiple. Il prossimo 24 febbraio verrà conferito l'incarico a un consulente della Procura che darà inizio all'incidente probatorio sul bus precipitato e sui documenti finora raccolti sull'accaduto.

La vittima

Emanuele Melillo, residente nel centro storico, prendeva ogni giorno l'aliscafo in direzione Capri per prendere servizio come conducente di bus dell'Atc. A fine turno poi faceva ritorno a casa dalla sua Rosaria, incinta al momento del decesso del 32enne. Rosaria ha poi perso il piccolo che portava in grembo pochi giorni dopo l'incidente di Capri.

incidente capri bus-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente bus Capri, sei indagati per la morte di Emanuele Melillo per disastro colposo e omicidio stradale
NapoliToday è in caricamento