Tragedia sull'A14, la vittima è un istruttore di bodybuilding di Quarto

Si chiamava Maurizio Parente e tornava dalla fiera del fitness di Rimini insieme a suo figlio. Inutili i soccorsi

Si chiamava Maurizio Parente e aveva 50 anni l'uomo tragicamente morto in un incidente avvenuto sull'A14, nei pressi di Ancona.
Parente era particolarmente noto a Quarto, dove gestiva una palestra. A darne notizia della morte – come già aveva anticipato Quartopotere –, sui social, è stato il figlio che ha annunciato anche come l'esercizio resterà chiuso fino a data da destinarsi.

Incidente nei pressi di Ancona, muore napoletano

Tantissimi i messaggi di commiato. "Un grande uomo", "una grande persona", "aveva grandi idee per la palestra", "un esempio in questo sport", "buon viaggio coach...grazie di tutto", il tenore dei post di cordoglio dei suoi amici e conoscenti.

La tragedia è avvenuta tra Ancona Sud e Loreto poco dopo le 13. Parente viaggiava con il figlio ed una ragazza, tornavano in auto dalla fiera del Fitness di Rimini. Era fermo sulla corsia d'emergenza e stava cambiando una ruota della vettura, quando è stato travolto da un mezzo pesante. Anche il ragazzo e la ragazza sono rimasti feriti, per fortuna in modo non grave.

Potrebbe interessarti

  • Capri, in vendita casa da sogno con meravigliosa vista sul Golfo

  • I farmaci generici sono davvero uguali a quelli di marca?

  • Il fiore delle streghe: come riconoscere la pianta assassina e perché è pericolosissima

  • Oleandro: perché bisogna stare molto attenti a questa pianta

I più letti della settimana

  • Presunto furto in autogrill per la moglie di Gianni Nazzaro: arrestata

  • Lutto nel mondo di Un Posto al Sole, addio alla "madre" di Giulia Poggi

  • Colpo di scena: il Chelsea prova a convincere Sarri a restare a Londra

  • Tony Colombo elogia i piatti preparati dalla moglie Tina: "Donne italiane, curate i vostri mariti"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 17 al 21 giugno

  • Il noto attore di Un Posto al Sole schiaffeggiato alla fermata del bus: il racconto

Torna su
NapoliToday è in caricamento