Fulminato da una scarica elettrica mentre lavora: muore 33enne napoletano

L'uomo viveva con moglie e un figlio nel casertano, dove era al lavoro. Era su un'impalcatura quando è crollato al suolo, probabilmente dopo essere stato attraversato da una scossa elettrica

Un 33enne di Giugliano è deceduto dopo un incidente sul lavoro avvenuto a Cesa, nel casertano. Ne dà notizia Internapoli. Il giovane stava eseguendo alcuni lavori di pitturazione all'esterno di una palazzina quando è crollato al suolo: secondo la prima ricostruzione sarebbe stato attraversato da una scossa elettrica che l'ha folgorato e ucciso. Il giovane era da tempo residente nel casertano, dove viveva con moglie e un figlio. Le cause sono ancora da accertare. Sui fatti indagano i carabinieri di Aversa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, De Luca: "Tra fine ottobre e novembre attesa la ripresa del contagio"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento