rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
L'inchiesta / Melito di napoli

Inchiesta sul sindaco di Melito: indagato anche il padre di una ex deputata

Coinvolto Emilio Rostan, padre di Michela, in parlamento dal 2012 al 2022

C'è anche l'imprenditore Emilio Rostan, padre dell'ex deputata dal 2012 al 2022, Michela, tra le persone arrestate dalla Dia di Napoli per linchiesta sullo scambio politico mafioso a Melito di Napoli, comune a nord di Napoli.

L'imprenditore era considerato il regista nelle elezioni del sindaco Mottola finito in carcere. Secondo quando è emerso dalle indagini avrebbe più volte incontrato colui che è ritenuto il punto di riferimento del clan Amato-Pagano nel comune di Melito e non solo.

Si tratta di Vincenzo Nappi, ucciso in un ristorante, nel corso di un agguato di chiara matrice camorristica. Rostan, avrebbe, secondo gli inquirenti, avuto diversi incontri con Nappi. Inoltre, stando alle accuse mosse dalla Dda partenopea, avrebbe anche corrotto Massimiliano Grande, consigliere comunale di Melito, con il pagamento di una tangente di duemila euro. 

I soldi, che gli investigatori ritengono essere stati dati tramite due assegni bancari, sarebbero serviti per orientare il suo voto verso il gruppo “Grande Napoli” per le elezioni dei consiglieri della Città Metropolitana. È bene precisare che l'ex parlamentare non è assolutamente coinvolta nella vicenda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sul sindaco di Melito: indagato anche il padre di una ex deputata

NapoliToday è in caricamento