menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reddito di Cittadinanza, la maxi frode: 239 stranieri lo riscuotevano illecitamente

La scoperta della guardia di finanza di Rovigo in un'indagine cha ha coinvolto, tra le altre città, anche Napoli

L'inchiesta, partita da Rovigo, ha toccato numerose città italiane tra cui Napoli. La guardia di finanza ha denunciato 239 persone per aver percepito illegalmente il reddito di cittadinanza.

Le indagini, svolte con il supporto dell'Inps, sono iniziate a dicembre scorso. I finanzieri bloccarono un tentativo fraudolento di riscuotere il Reddito di Cittadinanza da parte di 23 persone, tutti cittadini stranieri provenienti dalla Romania.
Presentata la domanda per ottenerlo e ricevuto il pin, si erano recati presso l'ufficio postale per ricevere ed attivare le card elettroniche prepagate e quindi incassare quanto accreditato. Nessuno di loro però aveva titolo per ricevere il beneficio, non essendo residenti.

I finanzieri sono stati insospettiti dal fatto che la modalità e la provenienza dei richiedenti fosse la medesima, scoprendo un sistema diffuso. È stato quindi appurato che una vasta platea di persone, tutte straniere, aveva presentato domanda ed aveva potuto accedere illecitamente al Reddito di Cittadinanza.
Su 673 persone controllate, ben 239 non possedevano il requisito della effettiva residenza in Italia. Sono state quindi denunciate oltre che alle Procure di Rovigo e Napoli, anche a quelle di Milano, Roma, Cosenza, Lodi, Bari, Torino, Pavia, Massa, Agrigento, Foggia, Genova, Vercelli, Pisa, Latina, e Imperia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento