Cronaca Via San Francesco a Patria

'No' Inceneritore: assemblea al presidio di Taverna del Re

Continua la mobilitazione a nord di Napoli contro l'impianto che dovrà bruciare le ecoballe. Previsto per oggi, 16 settembre, un incontro a Giugliano

Assemblea Taverna del Re

Continua la mobilitazione a nord di Napoli contro la costruzione di un inceneritore che dovrà bruciare milioni di tonnellate di ecoballe stoccate sul territorio.

Si allunga, intanto, la lista di chi si oppone all'impianto: non solo cittadini, comitati territoriali e politici locali, ma anche personaggi noti come Erri De Luca (che in un incontro a Mugnano ha parlato di una lotta per 'legittima difesa') il padre comboniano Alex Zanotelli e il magistrato Raffale Cantone. Netto il 'No' anche del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris: "l'inceneritore in questa area non si deve fare perché è stata già massacrata per troppi anni - ha dichiarato pochi giorni fa il primo cittadino partenopeo -. Penso a Bagnoli, Pianura e Chiaiano, ma anche a Terzigno, Giugliano e alla Terra dei Fuochi. Ci attendiamo dal governo che ci dia quei fondi a cui abbiamo diritto per le bonifiche e per l'estensione del porta a porta".

L'ultima mobilitazione cittadina, tenutasi nel centro storico di Giugliano, ha visto una piazza piena con oltre 600 persone: una protesta che cresce ogni giorno di più.

E mentre ieri un lungo corteo 'funebre' ha sfilato ad Aversa in commemorazione dell 'morte di un intero territorio', il prossimo incontro è previsto proprio al Presidio di Taverna di Re (566, via San Francesco a Patria - Giugliano in Campania) questa sera, 16 settembre alle ore 17.30. A promuoverlo è il neonato Comitato No Inceneritore Giugliano, che ingloba tutte le realtà in lotta contro l'impianto e contro ogni forma di avvelenamento ambientale. Nella foto allegata all'articolo, le indicazioni stradali fornite dal Comitato per raggiungere il presidio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'No' Inceneritore: assemblea al presidio di Taverna del Re

NapoliToday è in caricamento