rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023

Supermercato in fiamme, 9 famiglie sgomberate: per loro Natale lontano da casa | VIDEO

L'incendio è scoppiato intorno alle 23 di ieri sera, nel deposito di via Colonnello Carlo Lahalle. Quattro le palazzine, intorno al capannone, coinvolte nel rogo

Emergono nuovi particolari sullo spaventoso rogo che la scorsa notte ha devastato il deposito di un supermercato. Come testimoniato dalle immagini girate da Paolo Fusco, stamattina il tetto del capannone mostrava ancora i segni di quanto avvenuto nel corso della notte: uno spaventoso incendio che ha distrutto ogni cosa e messo in pericolo anche gli edifici circostanti.

Una notte da dimenticare, per gli abitanti della zona, al 3 di via Colonnello Carlo Lahalle, angolo con via Arenaccia. Le fiamme hanno divorato il deposito del supermarket.

Le forze dell'ordine sono state chiamate e si sono dirette sul posto intorno alle 23. Da lì i febbrili momenti dell'intervento: mentre i carabinieri hanno dovuto sgomberare quattro palazzine per il rischio le loro case venissero coinvolte dalle fiamme, i vigili del fuoco provvedevano a minimizzare i danni e ad estinguere il rogo. Un lavoro che è andato avanti per diverse ore.

Per il momento le famiglie sgomberate, che in totale risultano essere nove, non potranno accedere alle proprie abitazioni fino a quando gli stabili non saranno ritenuti sicuri. È stata contestualmente attivata anche la Protezione civile.

Sono in corso indagini per chiarire la dinamica dei fatti ed al momento non si esclude alcuna pista, inclusa quella intimidatoria.

I commenti

Enrico Cella, consigliere e presidente della commissione Patrimonio della IV Municipalità, ha riportato una testimonianza da uno degli inquilini: "Il fuoco ha invaso  perfino gli appartamenti all'ultimo piano, le finestre e i balconi di alluminio anodizzato si sono sciolte dal forte calore".
"Meglio questo che altre cose peggiori - commenta il consigliere - Gli sfollati vanno assistiti dignitosamente ed è da scartare la prima ipotesi di metterli nell'ex Albergo dei Poveri di Piazza Carlo III. Le famiglie che non hanno ospitalità presso amici e parenti, provvisoriamente, in attesa dei rilievi di agibilità, vanno sistemate nelle strutture alberghiere e B&B".

Per Giuseppe Alviti, leader della Federazione Nazionale Lavoratori, si tratta di “un episodio molto inquietante che lascia l'amaro in bocca, ecco perché chiedemmo in tempi non sospetti di avere più militari a Napoli, così da ottenere sicurezza e serenità sociale”.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Supermercato in fiamme, 9 famiglie sgomberate: per loro Natale lontano da casa | VIDEO

NapoliToday è in caricamento